logo-dear-guests

Colle Musei

9€

Biglietto acquistabile online
e presso i nostri Visitor Centers

Vieni allo store

Chiedi aiuto ai nostri operatori

Acquista il biglietto

logo-opera

Colle Musei

MUSEO DI SAN PIETRO
MUSEO DEL CRISTALLO

9€

Biglietto acquistabile online
e presso i nostri Visitor Centers

Vieni allo store

Chiedi aiuto ai nostri operatori

Acquista il biglietto

Colle Musei

DESCRIZIONE

Posta al centro della Valdelsa, accarezzata dal fiume che le dà il nome, la Terra di Colle di Val d’Elsa sorse nel medioevo in un territorio al confine tra Siena e Firenze, al centro delle contese tra guelfi e ghibellini e divenne città nel 1592 a seguito dell’elezione a sede episcopale.
Colle Musei è un percorso integrato che, partendo dal plesso del San Pietro, che ospita il Museo Civico e Diocesano e costituisce la porta ideale della città, si svolge per le vie ed i vicoli del Borgo di Santa Caterina e del Castello.
Scendendo nella parte bassa della città, nell’area un tempo occupata dell’ottocentesca fabbrica di Cristallerie e Vetrerie Schmidt, possiamo ammirare il Museo del Cristallo. Le diverse sezioni del museo propongono il percorso produttivo del vetro attraverso i secoli. Dalle piccole fornaci del XIV secolo fino all’industria vetraria colligiana dell’Ottocento, passando poi alla piena realizzazione del cristallo al piombo avvenuta nel 1963. Sono inoltre presenti le produzioni contemporanee ideate per le maggiori aziende colligiane da alcuni dei più importanti designer internazionali come Joe Colombo, Cini Boeri, Ettore Sottsass, che hanno creato vasi e bicchieri in cristallo diventati iconici ed entrati a far parte di importati collezioni museali.

INFO UTILI

Il biglietto ha una validità di due giorni consecutivi.

DOVE

Via Gracco del Secco, 102, 53034 Colle di Val d’Elsa

9€

COSA È INCLUSO

  • MUSEO DI SAN PIETRO
  • MUSEO DEL CRISTALLO

Gli altri musei

Caro Ospite,
sta acquistando il ticket d’ingresso presso il canale ufficiale del complesso museale “Colle Musei”. È nostra premura ringraziarla perchè con il suo acquisto contribuisce al buono stato manutentivo delle opere in nostra gestione, ma soprattutto patrimonio storico e culturale dell’umanità.